Berit Viken Engan

Nuovo cliente? Registrati subito
Nuovo cliente? Registrati subito

Berit Viken Engan

Berit-Viken-Engan

Prima di fare la conoscenza di Nu Skin o, per meglio dire, prima che Nu Skin mi trovasse, ero tornata da poco a vivere in Norvegia dopo aver passato un anno in Australia. Avevo preso un anno libero dopo la scuola media superiore, perché non sapevo che cosa fare della mia vita. Quell’anno passato a lavorare e viaggiare mi ha dato la possibilità di scoprire la libertà. Mi è sempre stata insegnata l’importanza del lavoro. Ma il solo pensiero di lavorare in un ufficio, dal lunedì al venerdì, e di avere un capo a cui rispondere per i prossimi 40 anni, risvegliava in me un grande senso di frustrazione. Volevo poter scegliere, decidere da sola, essere libera, viaggiare, passare tempo con la mia famiglia e gli amici. Pensavo che doveva esserci un’alternativa.


La maggior parte dei miei conoscenti mi diceva di smettere di sognare. Era impossibile, avrei dovuto trovarmi un lavoro “vero” o iniziare a studiare. Poi è arrivata Nu Skin. Agli inizi, non capivo bene di che cosa si trattasse. Ma appena ho visto il piano dei compensi, ho pensato: “Nessuno mi ha mai offerto una cosa simile: tempo, denaro e la possibilità di aiutare altre persone a raggiungere i loro obiettivi.” All’inizio ero scettica, ma avevo una buona sensazione: qualcosa mi diceva che questa poteva essere la soluzione che stavo cercando. Quindi, nonostante non sapessi bene che cosa fare o come farlo, ho iniziato la mia attività. Il mio sogno era poter dare le dimissioni, riuscire a mantenermi con un’attività in proprio ed essere libera dalla routine.

Naturalmente, ho incontrato degli ostacoli strada facendo. Ero molto giovane quando ho iniziato e non avevo quasi alcuna esperienza nella gestione di un’attività. Ma avevo un sogno. Ho iniziato con un approccio positivo. Sono sempre stata testarda, quindi ho fatto una promessa a me stessa. Avevo preso la decisione di iniziare, quindi ho deciso anche di non abbandonare quest’attività, indipendentemente da quello che sarebbe successo. Ho scritto questa promessa e l’ho sempre tenuta presente.

Non solo, ho avviato l’attività pronta ad imparare. Agli inizi mi hanno detto che se il successo per me era importante, avrei dovuto creare un elenco di obiettivi, preparare un piano generale e partecipare a tutti gli eventi e incontri. L’ho fatto fin dal primissimo giorno, anche se non capivo bene perché fosse così importante.

Ho scelto come obiettivo il titolo Ruby Executive. Ero molto entusiasta e sicura che ci sarei riuscita rapidamente. Quindi, ho dato subito le dimissioni dal mio impiego. Ma, come spesso succede, le cose non sono andate come pensavo. E ho dovuto trovare un altro lavoro. Dopo tempo dopo, ho notato che la mia organizzazione iniziava a crescere di nuovo. Ero convinta che questa fosse la volta buona. Quindi, ho dato di nuovo le dimissioni. Sono rimasta molto delusa quando la storia si è ripetuta e ho dovuto trovare un altro impiego.

Mi sono concessa del tempo per riflettere su che cosa stavo facendo. L’attività di per sé non era mai stata un problema, né lo erano i prodotti o il mio team. Il problema ero io. Non ero pronta. Non avevo la mentalità o l’impegno che ho adesso e che sono necessari per riuscire. Ero concentrata soprattutto su me stessa: il mio successo, le mie vendite, i miei partner, me, me, me. Non funzionava: quest’attività deve essere focalizzata sulle altre persone.

Nel 2014 ho dato ancora una volta le dimissioni dal mio lavoro. E, ancora una volta, ho lasciato la Norvegia e sono tornata in Australia, perché questo era sempre stato il mio obiettivo fin dall’inizio. Stavo facendo quello che volevo. Quindi, sarei riuscita a sviluppare la mia attività oppure sarei tornata in Norvegia una volta per tutte e avrei trovato un altro lavoro. Nel mio intimo sapevo che non era un’opzione possibile. Questa volta, sapevo di dover riuscire. Poco alla volta, hanno iniziato a succedere delle cose. Dopo innumerevoli “no” e commenti negativi da persone che non credevano in me o nella mia attività, finalmente non riuscita a realizzare quello che volevo. Quello che era cambiato era il mio modo di usare i social media. Adesso, a 6 anni e mezzo da quando ho raggiunto il titolo di Executive, ho ricevuto un riconoscimento come Blue Diamond / Executive Brand Director. Sono estremamente grata e lieta di non essermi arresa durante i momenti difficili, quando tutto sembrava impossibile e irraggiungibile. Se dovessi ricominciare da capo, lo farei sicuramente. Ne è valsa la pena, ogni singola ora di lavoro.

La mia attività ha iniziato a dare risultati quando io ho smesso di concentrarmi su me stessa. Non sono io al centro di tutto, ma le persone (clienti e soci) con cui parlo e le loro necessità. Si tratta di dare priorità agli altri e lavorare per aprire una nuova strada che tutti possono seguire. Così possiamo aiutare gli altri a raggiungere i loro obiettivi. Date il buon esempio. Si tratta di lavorare in team, aiutarsi gli uni con gli altri, incoraggiarsi a vicenda e credere sia in sé stessi che nel proprio team. Si tratta di non arrendersi mai. Continuare ad andare avanti anche quando ci sono momenti difficili. E ce ne sono! Questo è il momento in cui ci si vuole arrendere, purtroppo. Non dovete guardare gli altri raggiungere i propri obiettivi e dimenticarvi dei vostri. Andate avanti. Lo dovete a voi stessi, perché è dopo i periodi bui che spunta di nuovo il sole. Continuate! Siate pronti a uscire ogni giorno dalla vostra comfort zone e ricordatevi di divertirvi! Non abbandonate mai i vostri sogni.

Quando ho iniziato, ho ricevuto un consiglio importante: descrivere la persona che ero e la persona che volevo diventare. Questo mi ha aiutato a mantenere i miei valori. Voglio continuare a essere realistica, ad aiutare gli altri, a condividere un’energia positiva e a essere una forza per il bene. Essenzialmente, voglio usare l’opportunità che ho per aiutare gli altri. Mi piacciono i valori della Società. Ogni volta che ascolto Sandie, mi vengono i brividi: i suoi valori coincidono con i miei. Sono immensamente orgogliosa di partecipare e coinvolgere nuove persone in una Società con valori così alti. Sono grata al mio team e alla comunità. È fantastico vedere che quest’attività attrae persone così positive e ambiziose. "Se non credete in quello che fate o se quello che fate non vi appassiona, non fatelo". Questo principio mi ha portato a una grande libertà. Sono diventata una persona migliore. Mi occupo di me stessa e degli altri e ho costruito una nuova famiglia. Grazie per tutto questo, Nu Skin!

Unisciti a Nu Skin Diventa un Incaricato